Solitario

Gioco di carte classico

Appgeneration Software

Ascolta stazioni radio online
Radio Image Song
play
volume
Radio images
Radio images
Radio images
Powered by mytuner logo

Gioca a Solitario online

Il Solitario è uno dei più famosi giochi di carte del mondo. Grandi e piccini apprezzano la tranquillità di questo gioco, perfetto per liberare la mente dai pensieri e per rilassarsi allontanando lo stress. 
 
In realtà, il nome Solitario non fa riferimento ad un gioco nello specifico. Esistono infatti moltissime varianti, alcune completamente diverse tra loro ed accumunate solo ed esclusivamente dall’utilizzo delle carte.
 
Tuttavia, ogniqualvolta viene menzionato il Solitario, tutti pensano immediatamente ad una variante: il Klondike. Quasi tutti conoscono questo gioco, diventato celebre grazie alla sua introduzione in Windows 3.0 nel 1990 e da allora rappresenta un simbolo di procrastinazione sul lavoro, proprio grazie alla popolarità avuta tra gli impiegati.
 
Il Solitario Klondike ha due modalità di gioco, a seconda di come vengono distribuite le carte:

- Klondike classico (Distribuisce 1 carta)
- Klondike a tre (Distribuisce 3 carte)
 
Il Klondike a tre carte corrisponde alla modalità difficile del gioco, poiché impedisce ai giocatori di utilizzare tutte le carte del mazzo in una volta sola.

Cos’è il Solitario?

Il Solitario, denominato anche “Patience” in molti paesi, è un gioco di carte che si può svolgere in solitaria. Nonostante esistano numerose varianti a seconda della disposizione delle carte sul mazzo, l'obiettivo è sempre il medesimo, ovvero organizzare e raccogliere le carte in un ordine prestabilito nel minor numero di mosse possibile e nel minor tempo possibile. È anche possibile che più giocatori si impegnino nel gioco, ciascuno a turno, facendo una mossa o confrontandosi affinché uno di essi trovi il modo di risolvere il gioco nel modo più efficiente.
 
Le origini del Solitario sono ancora fonte di dibattito tra gli storici, soprattutto per quanto riguarda il luogo. Infatti, molti affermano che è nato in Francia e molti altri in Germania nel XIX secolo, altri storici ancora ritengono che la sua nascita sia legata alla diffusione dell'arte della divinazione nell'Europa orientale.
 
Indipendentemente dalle sue origini e dal suo luogo di nascita, si pensa che la versione più diffusa del gioco, Klondike, sia apparsa alla fine del XIX secolo in Canada, proprio durante la corsa all'oro del Klondike. Si dice che l’origine del gioco si deve proprio ai cercatori d'oro della zona che oltre ad averlo creato, lo hanno anche reso popolare.
 
Oggigiorno rientra tra i giochi di carte più popolari proprio perché ha raggiunto le masse su larga scala solo dopo essere stato incluso nel 1990 in Windows 3.0 di Microsoft. All'alba dei computer, l'azienda ha sfruttato la semplicità di questo gioco per creare un'opportunità divertente ed utile ad aiutare gli utenti a familiarizzare con i movimenti e la meccanica del mouse, all’epoca totalmente nuovi.
 
Libero dal fastidio di mescolare e distribuire le carte ad ogni nuova partita, il Solitario Klondike computerizzato ha avuto un successo clamoroso.

Come si gioca a Solitario?

gioco Solitario

In una partita di Solitario Klondike, il tavolo è diviso in 4 aree principali: le Pile, il Mazzo, gli Scarti (carte scartate dal mazzo) e le Basi.
 
L'obiettivo è spostare tutte le carte del tavolo sulle quattro basi (una per ogni seme). Le basi sono strutturate in un ordine prestabilito, infatti si parte dagli Assi e si termina con i Re.
 
Sul tavolo ci saranno 7 pile di carte, di cui verrà rivelata solo la carta superiore di ciascuna, con le altre a faccia in giù. Il giocatore deve muovere le carte scoperte, affinché possa scoprire quelle immediatamente sotto di loro.
 
Il giocatore può farlo in due modi: spostando le carte direttamente alla base, quando la sequenza lo consente, o trasferendo le carte su altri mazzi in sequenza di colori alternati e in ordine decrescente (dal Re all'Asso).
 
Le sequenze complete o parziali sono mobili all'interno delle pile e solo le carte superiori di ogni pila possono essere spostate alle basi. Se si creerà uno spazio vuoto nel tavolo, questo potrà essere riempito solo con i Re.
 
Il Mazzo conterrà quindi le carte rimanenti, ossia quelle non visualizzate sul tavolo, rivolte verso il basso. Il giocatore può attingerne per trovare le carte necessarie per costruire una sequenza di pile o per costruire le basi.
 
Il Mazzo rivela una carta alla volta (Solitario classico Klondike) o tre carte, se si desidera un gioco più impegnativo. In quest'ultimo caso, il giocatore può solo spostare le carte superiori delle tre scoperte. 

Strategia Solitario

1. Gira la prima carta del mazzo a destra all'inizio del gioco

Rivelando questa carta dall'inizio, il giocatore avrà più informazioni visualizzate sul tavolo e potrà valutare meglio le mosse necessarie per progredire nel gioco.
 
Inoltre, girare la prima carta non comporta alcuna perdita di punti.

2. Dai priorità al tavolo

Quando si gioca ad un Solitario, il giocatore dovrebbe sempre dare la priorità alla risoluzione delle pile visualizzate sul tavolo. Le carte sconosciute e non disponibili sono la chiave per sbloccare la sequenza delle basi e per vincere quindi la partita.
 
Il mazzo dovrebbe essere usato solo per progredire nel gioco. Se usato in maniera errata, potrebbe impedire ulteriori mosse più avanti nel gioco perché quei punti saranno già stati "riempiti".

3. Ritarda le tue mosse per raccogliere più punti

Molti consigli di strategia che ruota attorno al concetto di "Ritorno sull'investimento". Secondo questo concetto, i giocatori dovrebbero ritardare il più possibile le loro mosse per raccogliere successivamente dei punti più alti nel gioco.
 
In parole povere, significa che se una mossa non rivela una carta o se dovesse avere un impatto immediato nella struttura del gioco, dovrebbe essere messa in attesa. Quella carta o il posto che occuperebbe potrebbe essere necessario in seguito per progredire nel gioco.

4. Aspetta prima di spostare una carta alla Base

Non appena la sequenza lo consente, è molto allettante spostare una carta alla Base. Tuttavia, potrebbe essere utile ritardare il più possibile questo spostamento.
 
La carta in questione potrebbe essere necessaria in seguito per costruire una sequenza e rivelare le carte nascoste in una pila. Se il mazzo Azionario non avesse il suo equivalente in un seme diverso, il gioco potrebbe bloccarsi. 

5. Non avere fretta di svuotare una pila del tavolo

Solo i Re possono essere spostati in pile vuote. A meno che non ci sia un Re disponibile e stia bloccando una carta nascosta, non c'è motivo per il giocatore di svuotare uno slot della pila sul tavolo. Oltre ad aumentare le mosse per terminare il gioco, in questo modo il giocatore potrebbe anche creare delle sequenze che in seguito impediranno il trasferimento di carte importanti.

6. Sposta gli Assi e i Due direttamente alle Basi

Non è possibile costruire una sequenza su Assi e Due, poiché sono i livelli più bassi nelle sequenze discendenti delle Basi. Sono però le carte principali per iniziare a costruire le Basi.
 
Pertanto, non c'è alcun vantaggio a tenerle nel tavolo e il modo più efficace per gestire queste carte è spostarle alle Basi.

7. Prova a memorizzare gli Scarti

Ogni volta che i giocatori passano attraverso la pila completa, perdono 100 punti. Pertanto, cercare di memorizzare quante più carte possibile al primo tentativo può essere molto utile.
 
Con queste informazioni in mente, i giocatori possono pianificare le sequenze e le mosse sul tavolo, evitando così di perdere punti preziosi.

8. Evita di trasferire le carte direttamente dagli Scarti alle Basi per guadagnare più punti

Questo consiglio di strategia è utile per i giocatori che vogliono completare il gioco con più punti possibili.
 
La logica dietro questa mossa è semplice. La ricompensa per il trasferimento di qualsiasi carta alla Base è di 10 punti, mentre lo spostamento di una carta dal mazzo degli Scarti nel tavolo è di 5 punti.
 
Pertanto, se il giocatore sposta la carta prima nel tavolo e poi alla Base, i punti totali saranno di 15 punti.

9. Prova a muovere un Re quando disponibile

Il Re può essere spostato o alla Base o in uno spazio vuoto sul tavolo. Pertanto, l'unico modo per svelare una carta nascosta sotto un Re posizionato su una pila, è eseguire una di queste azioni.
 
Pertanto, ogni volta che un Re diventa disponibile sul tavolo, un buon consiglio è quello di concentrarsi sul fare spazio e pianificare le mosse successive. Altrimenti, il Re bloccherà una pila.

10. Aumenta le tue possibilità con il pulsante Annulla

Se sul tavolo sono disponibili due carte con lo stesso valore, è possibile testare il trasferimento di ciascuna di esse utilizzando il pulsante Annulla. In questo modo, il giocatore può scoprire quali carte nascondono e scegliere quella che offre le migliori possibilità di progredire nel gioco.

Articoli Recenti

Giochi di Solitario: